Cashback, come ottenere il rimborso doppio del 20% e acquistare su Amazon

Con l’archiviazione del cashback di Natale (i cui rimborsi sono previsti entro il mese di marzo), dal 1° gennaio 2021 è iniziato il cashback di Stato, ovvero quella misura che permette ai cittadini di ottenere un rimborso pari al 10% sulle spese effettuate con carte di credito o debito o con bancomat a fronte del rispetto del numero minimo di operazioni necessarie per ottenere il rimborso, purchè si effettuino almeno 50 operazioni.

Le spese incluse sono le seguenti:

– spese al supermercato;
– nei negozi fisici;
– il pagamento delle multe, dell’assicurazione e del bollo auto.

Non tutti sanno che è possibile ottenere il doppio del rimborso (ovvero un cashback al 20%) adottando un piccolo accorgimento: ecco come fare.

Secondo quanto riportato da QuiFinanza, è possibile ottenere un rimborso del 20% sfruttando il bonus cashback di Stato. Il procedimento è molto simile a quello che permette di ottenere i rimborsi anche con gli acquisti online effettuati su Amazon.

Per includere le spese effettuate su Amazon era sufficiente acquistare in un negozio fisico un buono Amazon (pagando con la carta registrata sull’app IO) e scaricare il valore sul proprio account per effettuare gli acquisti desiderati; così per ottenere il rimborso doppio è possibile seguire lo stesso ragionamento.

Procedimento:

Seguendo il ragionamento descritto sopra, il cliente si potrà recare in un supermercato per acquistare una carta di debito «usa e getta» del valore desiderato (25 euro o multipli).

Una volta scelta la carta, è necessario pagarla con il metodo di pagamento inserito nell’applicazione IO (per esempio un’altra carta di credito o il bancomat) per ottenere il primo 10% di rimborso sull’acquisto effettuato. In seguito, si deve registrare la nuova carta di debito sull’applicazione IO per far rientrare gli acquisti che effettueremo con quest’ultima nel nostro Portafoglio. Si andrà quindi a premere su “Aggiungi” nella sezione “Metodi di pagamento” per poi compilare tutti i campi necessari e premere infine su “Continua”.

Inserita la carta, si potrà sfruttare questo nuovo metodo di pagamento per effettuare acquisti senza spendere denaro ulteriore e ottenendo un 10% aggiuntivo di rimborso sulle spese.

Nei grandi supermercati, infatti, oltre alla carte di ricarica per Netflix, Amazon o Google Play, ci sono anche delle carte di debito «usa e getta» a circuito VISA o Mastercard con tagli generalmente da 25 euro, 50 euro o 100 euro, ma anche superiori.

Ci sono spese escluse dal rimborso?

Le carte di debito che si possono acquistare nei grandi supermercati sono considerate «usa e getta». A differenza di una carta normale, infatti, queste ultime non possono essere ricaricate in quanto non sono collegate ad alcun conto corrente. Una volta esaurito il credito su di esse, quindi, si possono gettare.

Dato che la carta  acquistata al supermercato è una carta di debito, può essere sfruttata per ottenere il bonus cashback. Una volta effettuato l’acquisto (con il metodo di pagamento registrato sull’app IO), quindi, è possibile registrare anche il numero della carta «usa e getta» per ottenere un rimborso pari al doppio, ovvero del 20%.