Caltagirone, Sportello web del contribuente, Comune più vicino ai cittadini

Il Comune ha attivato lo Sportello web del contribuente, la soluzione digitale che libera il cittadino dall’obbligo di andare in municipio. Per calcolare esattamente l’Imu e la Tari, conoscere la propria posizione contributiva e pagare le tasse, come evidenzia il dirigente dell’Area 2 Pino Erba, non si dovrà più fare la fila all’ufficio tributi, ma basterà tirare fuori dalla tasca il proprio smartphone. Sarà il Comune ad andare dai cittadini e non il contrario. Realizzato grazie alla collaborazione di Sikuel, lo Sportello web del contribuente è uno sportello virtuale accessibile tramite computer o smartphone, che accorcia le distanze e facilita la comunicazione tra il contribuente e l’ente. Ogni cittadino avrà infatti una propria area dedicata in cui sono conservate e sempre disponibili tutte le informazioni tributarie che lo riguardano, organizzate con un criterio cronologico e suddivise per aree. Significherà avere lo sportello comunale in tasca, a qualsiasi ora del giorno e della notte, in qualsiasi giornata dell’anno.

Dello Sportello web del contribuente fa parte anche il progetto “Imu e Tari sicura”, il sistema che consente di calcolare esattamente la propria posizione tributaria senza spostarsi da casa. Un servizio particolarmente importante in un anno come questo, caratterizzato dal Covid 19 e in cui le aliquote Imu sono state rimodulate in seguito all’abolizione della Tasi, che rende ancora più complicato ottemperare agli obblighi contributivi nei tempi e nei modi stabiliti dalle normative nazionali. Per arrivare in breve tempo a questo importante obiettivo, il Comune, tramite Sikuel, mette a disposizione una squadra di consulenti insieme ai quali costruire un pagamento sicuro, consapevole e corretto. Con “Imu e Tari sicura”, come si evidenzia dall’ufficio, i contribuenti potranno usufruire di un servizio gratuito che farà risparmiare loro tempo e soprattutto darà certezza di aver effettuato un pagamento formalmente corretto, improntato a un confronto anticipato con l’ente, che non li espone a successivi accertamenti. I cittadini che aderiscono, infatti, non riceveranno più gli avvisi di accertamento. Oltre a consultare la propria posizione tributaria, lo Sportello consente di ricevere i documenti informativi, calcolare le imposte in autoliquidazione partendo dalla propria posizione patrimoniale (come risulta nelle banche dati comunali e con possibilità di modificarla), stampare il modello F24 oppure pagare on-line le imposte con la carta di credito, e comunicare con l’Ufficio tributi attraverso un servizio di messaggistica.

“Con lo Sportello web del contribuente – sottolinea l’assessore alle Innovazioni tecnologiche Antonio Montemagno, d’intesa col sindaco Gino Ioppolo – il Comune di Caltagirone, dopo la digitalizzazione dell’Anagrafe, compie un altro passo lungo questo importante percorso, costituendo il <cassetto fiscale del contribuente> e semplificando così la vita ai cittadini, specie in un periodo come questo in cui è vivamente consigliato ridurre gli spostamenti, ma andando incontro pure anche alle imprese, ai commercialisti e ai Caf”.
Per accedere allo Sportello web del contribuente basta collegarsi al sito del Comune all’indirizzo www.comune.caltagirone.gov.it e cliccare il banner “Portale del Contribuente”, seguendo la procedura indicata.

expert banner 7 marzo
negozio intimo in