Caltagirone, Social Housing: consiglieri comunali s’incatenano

Caltagirone, Social Housing: consiglieri comunali s’incatenano davanti il Palazzo Lanzirotti di Via Roma per protesta dei lavori non compiuti

Caltagirone. Dalla consegna dei lavori è passato un anno, e i trasferimenti finanziari di quasi un milione di euro sono stati già effettuati a vario titolo dal Comune, ma dei lavori ancora nessuna traccia.

Questa ragione stamattina i consiglieri comunali di Caltagirone, Vincenzo Di Stefano, Gesualdo Lo Bianco Cristina Navarra e Mario Polizzi, si sono incatenati davanti Palazzo Lanzirotti di Via Roma a Caltagirone. Protesta con il quale sperano di poter rompere il muro di silenzio, e che ha visto discutibili rimaneggiamenti dei progetti, cambi di società in corso d’opera e trasferimenti finanziari da parte del Comune di Caltagirone. Il progetto che prevede la realizzazione di 33 alloggi e opere di urbanizzazione per un valore di 15 milioni di euro ha visto stravolgimenti tali da aver rimodulato nella forma e nella sostanza l’interesse per il quale inizialmente era stato approvato. I consiglieri, hanno distribuito un comunicato stampa, a firma anche del consigliere Marco Failla non presente in cui, fra l’altro chiedono al Sindaco di Caltagirone, Gino Ioppolo il perché “ha scelto di non prendere posizione, dichiarandosi estraneo”.

Foto articolo: Social Housing Caltagirone

LEGGI LE ULTIME NEWS DI CRONACA – RIMANI AGGIORNATO: Seguici su Google News 

negozio intimo in
expert banner 7 marzo