Caltagirone, sindaco Ioppolo contro Governo Conte: “Fondi? Questa è elemosina”

Caltagirone, sindaco Ioppolo contro Governo Conte: “Fondi? Questa è elemosina”. La sopravvivenza dei comuni rimane a carico dei cittadini

«Solo elemosine! Al Comune di Caltagirone, come agli altri, col riparto dei fondi stanziati dal Dl 34/2020 a ristoro delle mancate entrate per Imu settore turistico, imposta/contributo di soggiorno e Tosap/Cosap, arriveranno cifre irrisorie: per esempio, appena 25.625,08 per la prima e 15.410,87 per la Tosap. Il Governo Conte si sbornia di quantità esorbitanti di euro, ma ai Comuni giungono solo somme ridicole che, anziché incoraggiare la ripresa, la azzoppano».

Sono le dichiarazioni “forti” del sindaco Gino Ioppolo sui contributi attribuiti dal Ministero dell’Interno ai Comuni a compensazione di alcuni minori entrate. «Ne consegue, ancora una volta – aggiunge il primo cittadino – che la sopravvivenza delle comunità rimane a carico dei cittadini i quali, se non avranno la prontezza e il senso civico di pagare puntualmente i tributi, consegneranno
alle amministrazioni tempi ancora più difficili, con inevitabili ricadute negative sulle già depresse economie locali. Al Governo nazionale – conclude Ioppolo – chiediamo non solo di parlare di centinaia di milioni di euro, ma di farli realmente arrivare ai Comuni, alle imprese e alle famiglie».

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune Caltagirone

Foto articolo:immagine di repertorio

ottica dieci decimi
assicurazione allianz
bar iudica e trieste
ottica spazio sole
negozio intimo in