Caltagirone, Saldo Tari 2018 : nessun onere aggiuntivo per i contribuenti che ricevono in ritardo l’avviso e che pagano comunque entro il 31 dicembre

Nessun aggravio, né in termini di interessi, né di sanzioni, per i contribuenti che non potranno pagare il saldo Tari 2018 entro la scadenza del 16 dicembre a causa dei ritardi nel recapito degli avvisi.

Lo precisa il Servizio Tributi – Ufficio Tari – del Comune: “Nessun onere aggiuntivo per i cittadini che, avendo ricevuto l’avviso dopo la scadenza fissata al 16 dicembre 2018 per la corresponsione delle somme dovute, provvedano comunque al pagamento entro il 31 dicembre 2018”.                                                                                                                                                           Se l’avviso di pagamento non è stato recapitato in tempo utile, è possibile chiedere il duplicato al Front office, in via Luigi Sturzo 14, nei seguenti giorni di apertura al pubblico: da lunedì a giovedì dalle 9 alle 13; il martedì anche dalle 15 alle 17:30.

Il pagamento del saldo Tari, a conguaglio del dovuto per l’anno 2018, va effettuato con il modello F24, già compilato e allegato all’avviso stesso. Come si spiega dall’ufficio, il dovuto a saldo della Tari è calcolato con le tariffe 2018 approvate con delibera del Consiglio comunale dello scorso 16 novembre, dal quale sono stati scomputati gli importi dovuti in acconto e scaduti il 16 marzo  2018, il 16 maggio 2018, il 16 luglio 2018 e il 16 settembre 2018. Nello stesso avviso è stata contabilizzata e applicata la riduzione della Tari dal 2017 ai nuovi contribuenti aventi diritto che hanno praticato il compostaggio domestico. Le tariffe Tari per il 2018 per il servizio di raccolta dei rifiuti hanno registrato una diminuzione dell’11,11 rispetto al 2017 sia per i cittadini che per le imprese.

Cosa ne pensi?