Caltagirone, “Ricordo di Fortunato Pasqualino nel decennale della morte”

“Ricordo di Fortunato Pasqualino nel decennale della morte” è il titolo del doppio evento (convegno e mostra) che, promosso dal Comune di Caltagirone, dalla Pro Loco e dall’associazione socio-culturale Pegaso e dedicato allo scrittore, drammaturgo e filosofo nativo di Butera (nel 1923), ma calatino d’adozione (si trasferì con la famiglia a Caltagirone nel 1932), si terrà al municipio venerdì 12 ottobre secondo il seguente programma: alle 16,30, nel salone di rappresentanza “Mario Scelba”, convegno con lavori introdotti e moderati dallo scrittore Domenico Seminerio, saluti istituzionali del sindaco Gino Ioppolo, relazioni di Rosaria Sardo (docente di Linguistica italiana all’Università di Catania), Gioacchino Bonsignore (giornalista e conduttore televisivo), Domenico Amoroso (archeologo e storico dell’arte), Gianni Zavattieri (vicario generale della Diocesi di Caltagirone), interventi programmati di Franco D’Urbino (editore), Antonio Amico (scrittore) e Antonio Grasso (giornalista).

Seguirà (alle 19), nella sala “Silvio Milazzo”, l’inaugurazione della  mostra,  che ospiterà sino a domenica 21 ottobre le foto del Teatro di pupi siciliani dei fratelli Pasqualino, fondato nel 1969 da Fortunato insieme al fratello Pino, e le opere di alcuni ceramisti legate ai temi dei suoi romanzi.

 

Fortunato Pasqualino, trasferitosi definitivamente a Roma nel 1955, dove lavorò in RAI per oltre trent’anni come ideatore e conduttore di programmi radiofonici e televisivi e dove morì il 14 settembre 2008, ha conservato sempre un forte legame con la “sua” Caltagirone.

Cosa ne pensi?