Caltagirone, a Palermo dal 17 al 19 gennaio un convegno di studi a 100 anni dall’appello di Luigi Sturzo “ai liberi e forti”

A cento anni dall’appello “ai liberi e forti” che rappresentò l’atto costitutivo del Partito popolare italiano, un significativo convegno di studi celebra l’evento e le figure dei fratelli Luigi e Mario Sturzo.

Il convegno, promosso dalla Facoltà teologica “San Giovanni Evangelista” sul tema “Centenario del Partito Popolare Italiano (1919-2019). Luigi e Mario Sturzo, il progetto cristiano di democrazia”, si terrà giovedì 17, venerdì 18 e sabato 19 gennaio, a Palermo, nella sede della Facoltà, in via Vittorio Emanuele II n. 463 e vedrà protagonisti gli studiosi più eminenti del Popolarismo in Italia insieme a diversi vescovi siciliani. Un grande cantiere di pensiero che si aprirà nel pomeriggio di giovedì 17 alla presenza delle autorità civili e militari e dell’arcivescovo Corrado Lorefice.

 

Il sindaco di Caltagirone Gino Ioppolo, che interverrà all’apertura della “tre giorni” – fra gli indirizzi di saluto anche quello del presidente dell’Istituto di Sociologia “Luigi Sturzo” di Caltagirone, Giacomo De Caro – sottolinea che “il convegno rappresenta per l’intera nazione, a cominciare dalla città in cui Luigi Sturzo si formò come sacerdote, sociologo e amministratore, e in cui anche il fratello Mario, poi vescovo di Piazza Armerina, si distinse, una straordinaria occasione di riflessione sull’impegno politico inteso come servizio alle comunità amministrate. L’Amministrazione comunale di Caltagirone – aggiunge Ioppolo – è fortemente impegnata, insieme alla Diocesi calatina e alla Chiesa siciliana – affinché l’Anno sturziano che si celebra in occasione del centenario dia frutti concreti e positivi”.

Cosa ne pensi?