Caltagirone, nell’Anniversario della Dedicazione della Cattedrale, rito ammissione agli Ordini Sacri e Benedizione nuova Via Crucis

Come chiaramente espresso nella sua Lettera Pastorale “Tu dona, perdona e libera”, è vivo desiderio del Vescovo che la data del 4 Luglio, giorno della Dedicazione della Cattedrale, venga celebrata ogni anno in forma comunitaria e solenne, come segno e frutto del Bicentenario. Nella Cattedrale è visibilmente espresso il richiamo alla unità e organicità della Chiesa locale, che ritrova proprio attorno al carisma apostolico del Vescovo la sua identità spirituale, sacramentale e territoriale di Corpo di Cristo che cammina nel tempo e si fa anima della storia.

Quest’anno la celebrazione liturgica sarà anticipata al 3 luglio alle ore 19:00 e acquisterà un significato particolare perché il vescovo Mons. Calogero Peri ammetterà tra i candidati agli Ordini Sacri i seminaristi Carmelo Finocchiaro, della parrocchia S. Giuseppe di Ramacca e Cristian Frisa, della parrocchia Sacro Cuore di Mazzarrone. La Santa Messa sarà anticipata dalla presentazione e benedizione della nuova Via Crucis realizzata dallo scultore Dino Cunsolo di Catania.

«Lo scorso anno prima della pandemia – afferma il vescovo Peri – pensando ad un dono che fosse anche un segno da offrire alla Diocesi per la ricorrenza dei 10 anni della mia ordinazione episcopale e del ministero pastorale in mezzo a voi, la scelta è caduta sulla Via Crucis. Mi è sembrato un dono significativo in sé, ma pure simbolico perché le singole stazioni si prestano ad essere modellate in modo da rendere presenti tutte le città della Diocesi. Infatti, a rappresentare i comuni che la costituiscono, in ogni stazione c’è l’immagine della chiesa madre. L’ho pensata come dono che potesse essere un richiamo significativo, personale e comunitario, e costante a quello che siamo o che non siamo stati, a quello che di buono potremo essere e saremo, per grazia di Dio».

La presentazione e la Celebrazione avranno luogo con concorso limitato di fedeli e saranno trasmesse in diretta streaming nei canali social della Diocesi.