Caltagirone, l’auditorium dell’istituto musicale sarà intitolato a Steve Martland

L’auditorium dell’istituto musicale “Pietro Vinci” di Caltagirone sarà intitolato al compositore e insegnante britannico Steve Martland (1954-2013), indicato come un modello e un punto di riferimento per le prossime generazioni di musicisti. Ciò avverrà con una cerimonia che si concretizzerà, nei prossimi mesi (in data da definire), nell’apposizione di una targa e nello svolgimento di un concerto. “La decisione – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo – costituisce un omaggio alla memoria di un artista di talento, che si caratterizzò per una costante attenzione alla funzione educativa della musica, e mira anche a potenziare, nel segno dei valori per i quali Martland si adoperò, le relazioni musicali e di amicizia con le istituzioni britanniche, i compositori e quanti altri si muovano in questo contesto”.

Nativo di Liverpool, allievo di Louis Andriessen in Olanda, Steve Martland si distinse subito  per la sua musica anticonvenzionale, capace come poche di emozionare il pubblico, in cui elementi della tradizione classica si fondono con le più progressive istanze della musica popolare, rock e d’avanguardia. Preferì, nonostante numerose commissioni e riconoscimenti a livello mondiale (BBC, King’s Singers, Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, Evelyn Glennie, Delta Saxophone Quar-tet, St. Louis Symphony), il lavoro con musicisti non professionisti, e comunque al di fuori dell’ambiente accademico, da lui giudicato troppo distante dalla gente.

Sviluppò inoltre innumerevoli progetti per l’educazione musicale nelle scuole a rischio (sia in patria che all’estero), fu sempre al fianco dei più deboli e si adoperò, anche a titolo personale, per il sostegno a giovani musicisti e compositori provenienti da contest economicamente disagiati. Ciò è sfociato oggi nella “Sound and Music Steve Martland Bursary Fund”, organizzazione che si occupa specificamente di donazioni che consentono agli artisti privi di mezzi di poter cambiare la propria vita ed esprimere al meglio le proprie potenzialità in contesti di prestigio.

Questo ne ha fatto, specie dopo la prematura scomparsa il 7 maggio 2013 a soli 58 anni, una vera e propria icona dell’impegno sociale nell’ambiente musicale internazionale. Nel 2006 e 2007 Steve Martland fu a Catania, composer in residence presso Etna Fest, e anche in quell’ambito ebbe modo di “scoprire” e segnalare alcuni giovani talenti del luogo (tra i quali l’attuale direttore del “Pietro Vinci”,il maestro Joe Schittino) e di instaurare così un proficuo rapporto umano e artistico con le forze musicali operanti nel territorio etneo, specie tramite due formazioni oggi tra le più famose del Regno Unito: il Delta Saxophone Quartet e la Steve Martland Band.

Cosa ne pensi?