Caltagirone, in auto armato, pronto a sparare: arrestato affiliato al clan Laudani FOTO

I militari dell’Arma dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Caltagirone, coadiuvati dal personale locale della Polizia di Stato, hanno arrestato Marco Grimaldi, classe 67, che sarebbe referente del clan Laudani per il Calatino, in questa occasione resosi responsabile di porto illegale e detenzione abusiva di armi.

Il fermo è avvenuto a seguito di un normale controllo stradale sulla Catania – Gela SS. 417, direzione Caltagirone. I carabinieri hanno imposto l’alt al guidatore di una utilitaria, una Fiat Punto; ad un immediato controllo risultava essere un pregiudicato già affiliato al clan Laudani e sottoposto a perquisizione sulla sua persona e sul veicolo è stato trovato in possesso di una pistola Beretta cal. 22, con 10 cartucce nel caricatore e non censita presso la relativa banca dati. La pistola era pronta all’uso.

Arma di possesso e Marco Grimaldi

L’uomo pertanto, dopo le formalità di rito, è stato associato al carcere di Caltagirone. Adesso c’è da indagare e scoprire perché un soggetto del suo calibro si trovasse in giro, armato, verso Caltagirone: aveva già un obiettivo?