Caltagirone, Gran Galà della Cultura e della Legalità: sabato dedicato alla Telemedicina

La quarta giornata del “Gran Galà della Cultura e della Legalità”, in programma a Caltagirone sabato 30 aprile, sarà dedicata a “La Medicina 4.0 – Tecnologie, Digitalizzazione e Diritto alla Salute”, con due appuntamenti.

Alle 10, al Politeama, incontro con gli studenti di scuole superiori e università: saluti del vicesindaco Paolo Crispino e del vescovo Calogero Peri. Poi le relazioni del prof. Igo La Mantia (su delega del presidente nazionale dell’Ordine dei medici), del presidente per la Sicilia della Società italiana Telemedicina Guerino Carnevale, del responsabile Irib, Consiglio nazionale ricerche di Catania Enrico Parano, del magistrato della prima sezione penale del Tribunale di Catania Cristina Cilla, dell’assessore comunale alla Digitalizzazione e Politiche giovanili Luca Giarmanà e dell’Ad di Bruno Spa, Diego Crisafulli. Moderatore il giornalista scientifico Clemente Cipresso.

Alle 17, nel salone di rappresentanza “Mario Scelba” del Palazzo municipale, i riflettori saranno puntati su “Le sfide della Telemedicina: innovazione, integrazione, diritto”. Ai saluti del vicesindaco Crispino e del vescovo Peri seguiranno le relazioni di: Igo La Mantia (su delega del presidente nazionale dell’Ordine dei medici); Maurizio Lanza (direttore generale dell’Asp 3 di Catania); Pierfrancesco Veroux (delegato del rettore dell’Università di Catania alla sanità e innovazione in campo medico, direttore dell’Uoc di Chirurgia vascolare e Centro trapianti – Scuola di specializzazione in Chirurgia vascolare); Enrico Parano (responsabile Irib, Consiglio nazionale ricerche di Catania); Guerino Carnevale (presidente per la Sicilia della Società italiana Telemedicina); Carlo Curcio (Monaldi – Cotugno – Napoli); Maurizio Di Mauro (direttore generale Monaldi – Cotugno); Paolo Ascierto (Monaldi – Cotugno, intervento in streaming); Cristina Cilla, magistrato della prima sezione penale del Tribunale di Catania.

Interventi di: Diego Crisafulli (Ad di Bruno Spa), Anthony Barbagallo, Francesco Cappello e Giuseppe Compagnone (deputati regionali), Luca Giarmanà (assessore comunale alla Digitalizzazione e alle Politiche giovanili). Moderatore il giornalista scientifico Clemente Cipresso.