Caltagirone, Fondo povertà: 638mila euro per fronteggiare il disagio sociale

Caltagirone, Fondo povertà: 638mila euro per fronteggiare il disagio sociale nel Calatino. Arriva l’ok della Regione al Piano di attuazione locale

Caltagirone. Ok della Regione al Piano di attuazione locale del Fondo Povertà 2018, il programma di interventi elaborato dai 9 Comuni del Distretto socio – sanitario D13 (il capofila Caltagirone, Grammichele, Vizzini, Mirabella Imbaccari, Mineo, San Michele di Ganzaria, Mazzarrone, San Cono e Licodia Eubea) e dall’Asp, che comporterà, a breve, l’utilizzo di 638mila euro per fronteggiare il disagio sociale spesso associato alle difficoltà economiche.

Le priorità d’intervento sono: il rafforzamento del servizio sociale professionale con l’assunzione di 3 assistenti sociali per 36 ore settimanali per un anno; l’attivazione e il rafforzamento delle azioni di supporto al progetto attraverso il sostegno socio – educativo (9 educatori per 18 ore settimanali per 12 mesi), la mediazione culturale (2 mediatori di carattere culturale/linguistico per 18 ore settimanali per un anno), il sostegno socio – educativo con la creazione di centri educativi per minori a rischio di dispersione scolastica e conseguente insuccesso formativo, tirocini per l’inclusione sociale (38 unità a 600 euro al mese per sei mesi) e il sostegno alle genitorialità (2 psicologi per 18 ore settimanali per un anno).

«Con queste risorse – sottolinea l’assessore al Welfare e vicesindaco, Concetta Mancuso – contribuiremo all’inserimento lavorativo e alla fuoriuscita da condizioni di disagio sociale attraverso la creazione di un’equipe multidisciplinare che realizzi progetti calibrati sulle problematiche e sui bisogni”. Il sindaco Gino Ioppolo evidenzia “l’utilità di un piano che, frutto di un lavoro di concertazione e condivisione, dimostra la capacità del territorio di fare rete per raggiungere significativi risultati».

LEGGI LE ULTIME NEWS DI CRONACA – RIMANI AGGIORNATO: Seguici su Google News