Caltagirone, amministrazione e realtà locali verso un “patto locale per la lettura”

Mercoledì 24 novembre, nella sala conferenze dell’Educandato San Luigi, gli assessori Claudio Lo Monaco (cultura) e Luca Giarmanà (Politiche giovanili), convocando una riunione del “Patto locale per la lettura”, hanno invitato le associazioni culturali e i cittadini interessati, al fine di realizzare una stabile collaborazione fra istituzioni, realtà associative e altri progetti per la programmazione di azioni e pratiche condivise. Lo scopo è quello di rendere la cultura alla portata di tutti, ma soprattutto quello di invitare cittadini di ogni età ad accostarsi alla cultura.

L’amministrazione non ha come fine quello di mettersi al capo di un progetto da gestire dall’alto, ma di avviare una collaborazione con le varie associazioni locali: questo sembrerebbe il modo migliore per raggiungere l’obiettivo prefissato.

Come si può? L’assessore Luca Giarmanà risponde: “Si cercherà di coinvolgere quanti più possibile, attraverso una comunicazione più efficace, innovativa, più smart. L’amministrazione punterà proprio a questo in quanto credo che il mezzo per realizzare progetti sia proprio la comunicazione”.

A tal proposito è intervenuta anche Sabrina Puglisi, responsabile della biblioteca comunale, affermando che “la biblioteca vuole essere un luogo aperto, che abbia come scopo quello di divenire strumento di coesione sociale. C’è tanto da lavorare e questo primo incontro vuole essere il primo passo di un lungo cammino che spero porti lontano”.