Caltagirone, alle Poste serve una pensilina per gli utenti in attesa

Installare una pensilina nei pressi dell’ufficio postale di piazza della Rinascita, che costeggia viale Mario Milazzo, non sarebbe una cattiva idea, anzi è pure vecchia e mai realizzata. Eppure, oggi più che mai, considerata la necessità di evitare assembramenti anche all’interno dell’ufficio, sarebbe opportuna.

E invece, a qualsiasi ora del giorno si assiste a file fuori dalle Poste, al freddo, al vento, sotto la pioggia o sotto il sole cocente, nel tentativo di trovare riparo sotto gli alberi difronte l’ingresso. E non sono tutti giovani e in salute quelli che attendono fuori, anzi.

Per non parlare del Postamat che praticamente, in queste condizioni, non permette operazioni lontano da occhi indiscreti, considerando l’ammassamento di utenti nelle vicinanze, e nemmeno operazioni “ben visibili”, perché nelle belle giornate, proprio sul monitor, riflette la luce solare e davvero è impossibile completare qualsiasi transazione.

Eppure la richiesta è davvero abbordabile, non troppo pretenziosa, basterebbe, veramente, una pensilina per supplire al disagio. Lo si faccia soprattutto per gli anziani, che molti di loro lamentano acciacchi e che fanno fatica ad attendere in quelle condizioni per mezz’ora o più.

negozio intimo in