Bonus 1800 euro, richiesta possibile per tutti: finalmente Governo risponde

Finalmente il Governo risponde concretamente per tutti i lavoratori che più hanno accusato il colpo nei tre mesi di lockdown e che tutt’oggi, a distanza di mesi, ne pagano le conseguenze: sarà erogato il bonus 1800 euro da parte dell’INPS.

Il sostegno è considerabile come forma di sovvenzione prevista dal famoso Decreto Rilancio e si rivolge a determinate categorie, ovvero a quelle dipendenti e agli autonomi che, in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19, hanno cessato, ridotto o sospeso la propria attività o il proprio rapporto di lavoro e che non hanno beneficiato delle misure previste dal decreto Cura Italia.

Nello specifico il bonus Inps pari complessivamente a 1800 euro è rivolto ai lavoratori stagionali, non appartenenti a turismo e stabilimenti termali. Ai lavoratori intermittenti e ai lavoratori autonomi occasionali senza partita iva e non iscritti ad altre forme previdenziali. Ultima categoria di riferimento sono i lavoratori incaricati delle vendite a domicilio con partita IVA che non siano però iscritti ad altre forme di previdenza.

L’importo riconosciuto a questi lavoratori è di 600€ al mese per i mesi di Marzo, Aprile e Maggio, per un totale, appunto, di 1800 euro. L’INPS ha emesso una circolare al riguardo, la circolare n. 67 del 29 maggio 2020, dove vengono specificati sia le modalità di inoltro della domanda che le classi escluse o in conflitto con la richiesta.

La domanda per il bonus Inps deve essere inviata online tramite il portale con identificativo Spid, ovvero il nuovo metodo di accesso ai servizi al cittadino che dal 1 Ottobre è diventato obbligatorio.

ottica spazio sole
bar iudica e trieste
ottica dieci decimi
assicurazione allianz
negozio intimo in