Asili nido e infanzia, ecco come riapriranno a settembre

Piano Scuola 2020/2021: come riapriranno, o dovrebbero riaprire, a settembre gli asili nido e infanzia, con riferimento anche alle linee guida del Cts. No all’uso delle mascherine.

Il Piano Scuola con le indicazioni necessarie per il ritorno a scuola a settembre, con integrazione del documento tecnico del 28 maggio 2020 del comitato tecnico-scientifico, ha ricevuto l’approvazione delle Regioni ed è stato varato solo qualche giorno fa.

Il Piano Scuola, ormai ufficiale, nell’indicare le linee guida per la riapertura degli asili nido e infanzia deve tener conto del documento tecnico del 28 maggio 2020 messo a punto dal Cts.

Nel documento si specifica che gli asili nido e infanzia dovranno tenere conto anche della “qualità pedagogica delle relazioni”.

I bambini così piccoli hanno, infatti, esigenze particolari legate alla corporeità e al movimento. Necessaria sarà la valorizzazione di spazi, interni ed esterni, come specifica il Miur nel fornire le linee guida per la riapertura a settembre.

Diventa importante, per l’età dei bambini che frequentano gli asili nido e infanzia, fornire delle norme che garantiscano la sicurezza sanitaria, ma che allo stesso tempo non ne minino la qualità dello sviluppo. Particolare attenzione dovrà essere prestata ai bambini iscritti per la prima volta.

I bambini non dovranno indossare, come previsto per tutti i bambini al di sotto dei sei anni, né la mascherina, né i guanti. I formatori e più in generale il personale scolastico potranno indossare visierine leggere e guanti in nitrile. Naturalmente, le visierine devono garantire la riconoscibilità ai bambini stessi.

Per quanto riguarda la gestione degli spazi, secondo il Piano Scuola, i bambini frequenteranno in presenza per il tempo previsto con gli stessi insegnanti e collaboratori di riferimento. Inoltre, dovrà essere garantita la disponibilità di uno spazio interno, opportunamente sanificato, utilizzato esclusivamente da un singolo gruppo di bambini con i propri giochi. Gli spazi disponibili dovranno essere riconvertiti e divisi per ospitare i vari gruppi di apprendimento, relazione e gioco.

Gli spazi possono cambiare solamente dopo l’igienizzazione. Particolarmente raccomandata è una continua aerazione dei locali. Gli spuntini dovranno essere consumati negli spazi definiti per ogni singolo gruppo di bambini. Per quanto riguarda il pranzo, questo verrà consumato nei luoghi adibiti alla refezione, ugualmente ripartiti.

Gli spazi esterni devono essere ugualmente divisi e assegnati ad ogni singolo gruppo di bambini, anche con segnaletica mobile. Se gli spazi vengono usati da più gruppi di bambini devono essere igienizzati ogni volta. L’accesso ai locali avverrà secondo una fascia aperta, dalle 7:30 alle 9:00, che potrà essere adeguata e concordata con i genitori in base alle nuove condizioni. Lo stesso vale per l’uscita.

Il Piano Scuola fornisce, per la riapertura degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, le linee guida che saranno poi le singole realtà territoriali a mettere in pratica.

bar iudica e trieste
assicurazione allianz
ottica dieci decimi
negozio intimo in
ottica spazio sole