Arrestate stamattina otto persone: spaccio gestito da donne a Caltagirone, Mirabella Imbaccari e Piazza Armerina

Questa mattina è stato stroncato un traffico di droga gestito da donne.

L’operazione è stata portata a termine «dai carabinieri del comando provinciale di Catania che hanno eseguito un provvedimento restrittivo, emesso dal Gip di Catania su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di otto persone accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e di detenzione e porto abusivo di armi da fuoco». Questo è quanto riportato su LaSicilia.it.

Grazie alle indagini della compagnia carabinieri di Caltagirone è stato possibile disarticolare un’organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti quali cocaina, hashish e marijuana.

Il giro di droga interessava in particolare i comuni di Caltagirone e Mirabella Imbaccari, per la provincia di Catania, e di Piazza Armerina, per la provincia di Enna.

Riportiamo sotto il comunicato del Comando Provinciale di Catania sull’operazione denominata “Panta Rei”.

«Oltre 100 Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, dalle prime ore del mattino, stanno eseguendo un provvedimento restrittivo nella zona del calatino emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale etneo su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 8 soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e di detenzione e porto abusivo di armi da fuoco.

Le indagini, condotte dalla Compagnia Carabinieri di Caltagirone, hanno consentito, di disarticolare un’organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti tipo cocaina, hashish e marijuana, in particolare nei Comuni di Mirabella Imbaccari, Caltagirone e Piazza Armerina.

La sussistenza di un legame di parentela ha rafforzato, nel tempo, il vincolo associativo nel quale l’apporto fornito dalle donne è risultato preponderante».

Cosa ne pensi?