Acireale, il mare non restituisce ancora Enrico: “Dove sei piccolo guerriero?”

Il fratello maggiore di Enrico si sfoga sui social e ringrazia chiunque si stia adoperando affinché possa essere recuperato dal mare il corpo di suo fratello.

Continuano le frenetiche ricerche di Enrico Cordella, 21enne coinvolto nella tragedia che ha toccato la città di Acireale la sera dello scorso 24 febbraio.

I tre ragazzi si trovavano sul molo di Santa Maria La Scala assieme ad Enrico quando un’onda anomala ha travolto e trascinato via la macchina in cui si trovavano.

I corpi di Lorenzo e Margherita sono stati recuperati, mentre proseguono le ricerche di Enrico.

Il fratello Salvatore, attraverso un post su Facebook, ha ringraziato quanti finora si sono spesi nella ricerca: «Voglio ringraziare tutti quanti hanno avuto un pensiero per il mio fratellino che purtroppo ancora oggi non è stato ritrovato, spero che domani si riuscirà nell’intento.

Ringrazio in particolar modo i vigili del fuoco, i carabinieri, l’aeronautica militare, la guardia costiera, la croce rossa che hanno svolto un lavoro immenso e capillare dandoci allo stesso tempo qualche parola di conforto ringrazio anche padre Francesco che ci sostiene».

Solo poche ore fa un altro post, questa volta diretto al suo fratellino: «Ciao piccolo guerriero dimmi dove sei».

expert banner 7 marzo
negozio intimo in

Cosa ne pensi?