Agrigento, tre arresti per furto acqua

Numerosi controlli effettuati negli ultimi giorni da parte dei Carabinieri in tutta la provincia agrigentina, per porre fine ai furti di acqua.

Controlli in varie località,  presso abitazioni e aziende in particolare agricole, ai controlli hanno partecipato anche tecnici competenti in materia, i militari sono stati anche aiutati dalle segnalazioni di alcuni cittadini.

Dalle verifiche sono emerse delle irregolarità, a Licata è stato scoperto un grosso invaso d’acqua nei pressi di un terreno agricolo, all’interno vi era un grosso tubo da cui fuoriusciva un ingente quantitativo d’acqua, i proprietari non hanno saputo dare giuste spiegazioni e militari hanno ispezionato il tubo per circa 2 km per giungere a un pozzetto di acqua pubblica, accertando quindi il furto.

I due agricoltori entrambi di 40 anni, sono stati arrestati dai Carabinieri con l’accusa di furto aggravato e posto sotto sequestro la tubazione e l’intero invaso. Successivamente ai due agricoltori sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Con la stessa accusa a Montallegro, è finito in manette un pensionato di 70 anni che per rifornirsi di acua nella propria abitazione, aveva abusivamente realizzato un allaccio alla condotta dell’acqua pubblica, anche per lui sono scattati gli arresti domiciliari.

 

Cosa ne pensi?