Sicilia, lavora in nero percependo reddito di cittadinanza: un 30 enne multato con quasi 18 mila euro

I carabinieri della stazione di Palermo Falde unitamente ai militari del nucleo ispettorato del lavoro a seguito di un servizio mirato alla verifica delle disposizioni in materia di reddito di cittadinanza, hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria, un 30 enne palermitano.

A seguito di un controllo presso un condominio in via dell’Arsenale, i militari dell’Arma hanno sorpreso l’uomo intento a svolgere prestazioni di lavoro “in nero”, per conto di una ditta di pulizie, sebbene lo stesso percepisse il “Reddito di cittadinanza” e gli fosse già stata corrisposta la somma di 500 €.

All’amministratrice dell’impresa, sorella del giovane, sono state elevate sanzioni per 17.200 €.

La carta acquisti per il reddito di cittadinanza è stata sequestrata.

Cosa ne pensi?