Tensione durante le riprese del Commissario Montalbano: ecco perché FOTO ESCLUSIVE

Ragusa Ibla in questo momento è scenografia a cielo aperto per le riprese della fortunata serie de “Il Commissario Montalbano”, ma la troupe e gli attori stanno vivendo ore d’ansia per la salute del papà letterario Andrea Camilleri, sospeso tra la vita e la morte al Santo Spirito di Roma.

Ieri abbiamo dato la notizia dell’arresto cardiaco che ha aveva colpito lo scrittore siciliano e che le sue condizioni si erano aggravate.

Il mondo, perché Camilleri è conosciuto ovunque, è in apprensione per il suo stato di salute e le ore drammatiche che vivono i suoi amici ed i parenti più cari sono le stesse che stanno vivendo in questo momento tutti gli addetti alle riprese della serie.

Alcuni operatori parlano di clima poco sereno, teso, preoccupato, che intacca la concentrazione necessaria per girare le scene. Non c’è nulla da fare, il pensiero giunge fino a Roma, in quel letto d’ospedale in cui giace Andrea Camilleri.

Al momento, secondo quanto reso noto dai medici, le condizioni rimangono critiche ma sono stabili. Lo ha detto Roberto Ricci, direttore del Dea dell’ospedale Santo Spirito: «Il paziente è in assistenza con supporto respiratorio meccanico e farmacologico e sedazione farmacologica», ha aggiunto il medico.

Tanti i turisti curiosi che cercano di vedere il “commissario” o capire qualcosa dalle scene ripetute allo sfinimento fino a quando non vengono bene.

Vi proponiamo qui sotto alcune immagini che sono state scattate da alcuni nostri lettori, in lontananza si vede Luca Zingaretti, il commissario Montalbano, al riparo dal sole sotto un ombrello verde.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Cosa ne pensi?