Alunni di sette regioni a Modica in competizione su Ambiente e Animali, ospite d’onore Licia Colò

«La IX edizione del Certamen Mutycense sarà un’altra edizione in crescita – commenta il prof. Michele Blandino, ordinario del “Galilei-Campailla” e organizzatore dell’evento – visto che registrerà la presenza di più istituti provenienti da sette regioni italiane. Il nostro obiettivo è quello di aumentare la rappresentanza regionale sino a dieci in modo da poter qualificare il Certamen di Modica tra quelli più prestigiosi in Italia.

Degli undici attivi in Sicilia (sono sessantasei a livello nazionale) quello di Modica ha già conquistato uno spazio significativo».

Il Certamen Mutycense, che si terrà da venerdì 29 a domenica 31 marzo, ha un tema: “La natura Ambiente e Animali”. Il programma è stato reso noto prima dell’incontro con la stampa dall’Istituto Superiore “G.Galilei – T.Campailla”, ma è noto che la competizione si baserà su traduzioni dal latino con autori che in modo evidente hanno tratto il tema.

Il programma è stato illustrato questa mattina a Palazzo San Domenico nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il sindaco, Ignazio Abbate, l’assessore alla Cultura, Maria Monisteri, il preside dei Licei Scientifico e Classico “G.Galilei/T.Campailla”, Sergio Carrubba e il prof. Michele Blandino.

«Modica si conferma sempre di più centro culturale di primo livello, commenta Sergio Carrubba, e questa volta grazie ad una competizione che riguarda la lingua latina e che impatta su un tema di grande attualità come l’Ambiente e la Natura. Intendo ringraziare il sindaco e l’amministrazione per avere accolto il richiesto patrocinio alla manifestazione che è ormai un fiore all’occhiello della città considerato che investe il territorio e le sue meraviglie».

Il tema che sarà proposto nelle traduzioni è quello di indagare e comprendere quale fosse la coscienza degli antichi in riferimento alla tutela dell’ambiente e alla cura degli animali. Capire insomma quale fosse il grado di sensibilità su temi come questi.

La testimonial dell’evento, infatti, è quella Licia Colò, volto televisivo assai noto nelle trasmissioni come “Alle Falde del Kilimangiaro”, “Niagara” e “Il mondo Insieme”.

«Modica con questo evento punta ad andare oltre le meraviglie del Barocco e lo fa attraverso una competizione a base di traduzione dal latino che richiama, dichiara Maria Monisteri, nostre antiche e prestigiose tradizioni oltre che di istituti pubblici anche di ambiti culturali di antichissimo lignaggio in città. Questa iniziativa ha anche un impatto sul territorio visto si svilupperanno visite guidate a Cava Ispica e a Cava dei Servi che l’amministrazione intende valorizzare come si conviene».

I vincitori delle tre sezioni del Certamen Motycense parteciperanno all’ottava edizione delle Olimpiadi nazionali delle Lingue e Civiltà classiche che si terranno dal 6 al 9 maggio p.v. al Liceo classico “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria.

«La manifestazione ha un suo grande valore culturale e quindi di immagine per una città come Modica, ammette il Sindaco, perché misura il pregio dell’offerta formativa e quanti vi partecipano testimoniando l’importanza per gli studi classici che la nostra comunità tiene da sempre in grande considerazione.
L’amministrazione ha sempre creduto in questo progetto e lavora perché venga sempre più reso noto. Le escursioni riservate agli studenti partecipanti riguardano tra l’altro due siti importanti come Cava Ispica e Cava dei Servi; quest’ultima sarà oggetto di nostre attenzioni perché intendiamo valorizzarla. Questa è un’ulteriore occasione per fare conoscere la città a livello nazionale e grazie ad una forte e convinta sinergia tra la Scuola e l’Istituzione Pubblica cittadina».

Il Certamen Mutycense prevede per venerdì 29 marzo alle 14.30 la gara di tradizione al palazzo degli studi; sabato 30 marzo alle ore 9.00 un percorso naturalistico nei dintorni di Modica e quindi alle 18.00 un incontro con gli esperti all’Auditorium “Pietro Floridia”; sabato 31 marzo alle ore 9.00 cerimonia di premiazione al Teatro Garibaldi con Licia Colò e quindi una performance artistica “L’A-MORE” con Fatima Palazzolo e i Piccoli Musici.

Nell’evento è prevista anche la realizzazione di un documentario che porterà la firma di Alessandro Antonino, marito di Licia Colò, un’artista napoletano particolarmente legato alla natura e all’ambiente. Alessandro Antonino, collabora alla trasmissione “Il Mondo Insieme” che vede come conduttrice Licia Colò realizzando reportage: oltre a raccontare il mondo, accompagna i telespettatori alla scoperta delle bellezze del nostro Paese.

Il tutto facendo attenzione al nuovo modo di viaggiare di oggi, sensibile all’eco-sostenibilità, alla tolleranza e al risparmio. Dal 7 al 13 aprile prossimi una troupe televisiva sarà a Modica per girare nel nostro territorio e in particolare a Cava Ispica e a Cava dei Servi.

LEGGI ANCHE: Codacons pubblica lista medici finanziati da case farmaceutiche: scopri se c’è il tuo

LEGGI ANCHE: Travolto da Opel Corsa in via Roma, sul posto i soccorsi e Polizia Municipale

Cosa ne pensi?