Estinto il debito di 7,2 milioni del Comune con la banca che gestisce il servizio di tesoreria

Il Comune di Caltagirone non ha più alcun debito con l’istituto di credito che gestisce il servizio di tesoreria. Infatti l’ente di palazzo dell’Aquila, con provvedimento del ragioniere generale Pino Erba, che ha così dato esecuzione a una delibera di Giunta municipale, ha estinto la posizione debitoria del Comune nei confronti della banca, che ammontava a 7,2 milioni di euro.

Era stato l’organismo straordinario di liquidazione ad accertare il debito in questione alla data del 31 dicembre 2011.

“Continua a tappe forzate – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo – l’attività di risanamento della finanza comunale non soltanto attraverso il ripristino della regolarità contabile, ma anche mediante la concreta estinzione di debiti per diversi milioni di euro.

Questi tangibili risultati sono pure conseguenza della nostra <battaglia> vinta col ministero, che ci ha consentito di mantenere, per la prima volta in Italia, l’anticipazione a suo tempo erogata e che, sinora, in tutti gli altri casi, era stata invece restituita dai Comuni allo Stato”.

 

Cosa ne pensi?