Catania, arrestati due uomini: uno per detenzione di armi e uno per rapina

Condividi:

I Carabinieri della locale Stazione e dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia hanno arrestato nella flagranza il 55enne Luigi ANILE del posto, già gravato da precedenti penali per reati contro la persona e in materia di armi, poiché ritenuto responsabile di detenzione di armi clandestine, nonché di detenzione illegale di armi comuni da sparo e munizionamento.
Durante un servizio di perlustrazione eseguito nelle aree rurali del comune etneo, volto alla ricerca di armi, i militari, perquisendo la proprietà del reo con annesso ovile, ubicata in Contrada Cicero, hanno rinvenuto all’interno di un tubo in eternit interrato le seguenti armi: 1 carabina calibro 22, con la matricola abrasa, 1 fucile tipo moschetto senza matricola, nonché 24 cartucce cal.16.
Le armi, in buono stato d’uso, sono state sequestrate e nei prossimi giorni saranno inviate agli esperti del R.I.S. di Messina che le sottoporranno ad esami tecnico-balistici che potrebbero stabilirne, oltre alla provenienza, l’eventuale utilizzo in pregressi episodi criminosi.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

 

 

I Carabinieri della Stazione di Gravina di Catania hanno arrestato il 56enne catanese Salvatore COCOLA, in atto sottoposto ai domiciliari, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Firenze.
L’uomo condannato dai giudici per rapina aggravata, reato commesso ad Arezzo il 24 marzo 2016, dovrà scontare un residuo della pena comminatagli equivalente ad anni 3, mesi 4 e giorni 8 di reclusione.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

Condividi:

Cosa ne pensi?