Unesco e Val di Noto, si moltiplicano le attività, c’è anche Caltagirone

Condividi:

Si moltiplicano le iniziative che, nel segno dell’Unesco, vedono Caltagirone fra i protagonisti. Con “Heritage: la notte dei luoghi, della partecipazione e della consapevolezza Unesco”, Caltagirone ha compiuto un altro passo avanti nel rafforzamento della “rete” creata con gli altri centri riconosciuti quali patrimonio dell’umanità. “Condizione essenziale – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo – per proseguire in maniera efficace nel già avviato progetto di valorizzazione della città e delle sue indubitabili peculiarità monumentali e culturali”.

 

Anche la recentissima partecipazione al IV Meeting delle associazioni europee patrimonio mondiale, svoltosi a Noto, ha rappresentato un momento significativo in questo percorso. Si è trattato di due giornate di studio, workshop e iniziative per la cittadinanza, incentrate sulla comunicazione, con particolare riferimento alle modalità utilizzate per promuovere il valore del patrimonio culturale in Europa.

 

“Il meeting – sottolinea il prof. Giacomo Pace Gravina, consulente del sindaco alle Attività culturali, intervenuto ai lavori – ha dimostrato il consolidamento del circuito virtuoso fra i 13 Comuni dei siti Unesco compresi nell’antico Val di Noto, che può rappresentare la base per il rilancio unitario dei nostri territori, capitalizzando così le esperienze messe in campo per la candidatura a Capitale delle cultura 2020”.

Condividi:

Cosa ne pensi?