Catania, un arresto per rapina e un intervento di salvataggio

Condividi:

Nella serata di ieri, la Polizia di Stato ha arrestato SRAIDI Abdelhafid  nato in Italia, classe “96, per il reato di rapina impropria. L’uomo stava cenando all’interno di un  ristorante e, dopo aver finito di cenare, si è impossessato di un computer portatile di proprietà dei gestori del locale, per poi darsi alla fuga. I proprietari del ristorante,  accortisi di quanto  accaduto, hanno prontamente inseguito il ragazzo fuori dal locale e, una volta raggiunto, hanno ingaggiato una colluttazione col giovane malvivente.

I poliziotti sono giunti sul posto, inviati dalla Sala operativa della Questura, dopo qualche minuto  e hanno subito immobilizzavano  e arrestato il malvivente. Su disposizione del P.M. di turno lo SRAIDI è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della locale Questura in attesa della celebrazione del giudizio di convalida.

Nel pomeriggio di ieri, agenti delle Volanti  hanno  salvato una donna che stava tentando il suicidio. Giunta la segnalazione  sulla linea di emergenza 112, con la quale un medico dichiarava che una sua paziente gli aveva  appena comunicato telefonicamente l’intenzione di togliersi la vita, un equipaggio delle Volanti si è immediatamente recato  presso l’abitazione della donna.

Arrivati sul posto, i poliziotti hanno bussato insistentemente alla porta dell’abitazione e, non ricevendo alcuna risposta, hanno forzato la porta di ingresso. Una volta all’interno, gli operatori si sono trovati di fronte a una donna di circa 50 anni, la quale, si era  impiccata con una corda agganciata al bastone di ferro che sorreggeva la tenda.

Immediatamente un poliziotto, dotato di notevole prestanza fisica, ha subito sollevato la signora al fine di evitare il perdurare della trazione della corda sul suo collo, mentre l’altro operatore con un coltello ha reciso la corda. In seguito, la donna, cianotica in volto e con delle evidenti ferite lacero contuse al collo, è stata adagiata sul pavimento e rianimata in attesa del sopraggiungere del personale medico del 118 che, giunto sul posto, ha condotto la donna  presso il pronto soccorso più vicino, in codice rosso. Grazie al tempestivo intervento dei poliziotti, la donna non è in pericolo di vita.

Condividi:

Cosa ne pensi?